...

Condividi

SEGUICI SU

FacebookFlickrYoutube

Chiesa di S. Sebastiano


Notevole esempio di architettura rinascimentale ritenuto uno dei più importanti del Piemonte, il complesso fu realizzato su committenza del nobile biellese Sebastiano Ferrero che portò a Biella l'influenza del rinascimento lombardo, evidente sia nella struttura architettonica che nell'apparato decorativo dell'edificio. In fondo alla navata destra l'Assunzione del pittore vercellese Bernardino Lanino - del quale la chiesa custodisce altre opere - firmata e datata 1543 e, accanto, le sepolture di esponenti della famiglia Ferrero della Marmora fra cui la statua funebre (1877) scolpita da Odoardo Tabacchi per la tomba della moglie del generale Alfonso La Marmora. Interessanti inoltre sono l'elegante coro cinquecentesco in legno intarsiato, le tre lunette raffiguranti S. Sebastiano, S. Pietro e S. Agostino, attribuite al Lanino, che un tempo sormontavano i tre portali di ingresso, le maestose ante d'organo che Raffaele Giovenone impreziosì dipingendovi nel 1579 l'Annunciazione.
Località: Provincia di Biella - Biella e Valle Oropa - Biella
Altitudine: 420.0 m.
Tipologia: arte e cultura - religione - architettura - beni culturali - convento