SANTUARI SPORT NATURA
Trekking

IL PARADISO DEL TREKKING IN PIEMONTE

In Piemonte, il territorio Biellese, grazie agli spazi aperti di natura incontaminata, alle colline ad alle montagne, consente di immergersi in atmosfere uniche. Percorrendo mulattiere e sentieri è possibile raggiungere i luoghi amati e rispettati dalla gente del posto ed entrare così in contatto, in un territorio fortemente caratterizzato dal rispetto per le risorse naturali, con la vera anima del luogo.
L'offerta per il trekking ha il suo punto di forza nella Grande Traversata del Biellese (GtB): si tratta di un lungo itinerario ad anello, ben segnalato e facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, che si svolge in gran parte a quote moderate o in pianura ed attraversa tutto il territorio della Provincia. E' diviso in varie tappe di differente difficoltà e si sviluppa su un dislivello da 300 a 1500 mt. attraversando luoghi di grande interesse ambientale.
Oltre ad essere un percorso di grande interesse, la GtB costituisce anche l'asse portante della rete escursionistica del territorio provinciale, eccezionalmente fitta e articolata in più di 2000 km di percorsi ad ogni livello di difficoltà.
Gli escursionisti più preparati, con una buona padronanza delle attrezzature alpinistiche, possono affrontare l'Alta Via delle Alpi Biellesi , un impegnativo trekking in cinque tappe che da Piedicavallo, in Valle Cervo, sale verso il crinale che marca il confine con la Valle d'Aosta, tocca i 2600 m del Monte Mars e dalla Colma del Mombarone ridiscende verso Sordevolo, dove incrocia la GtB.
Chi ama i grandi trekking alpini può scegliere il tratto biellese della Grande Traversata delle Alpi (GTA), che corre parallela all'Alta Via privilegiando sentieri meno impegnativi a quote più basse. La GTA incrocia la Grande Traversata del Biellese a Oropa.
Chi preferisce percorsi più facili non ha che l'imbarazzo della scelta: citiamo ad esempio l'Alta via della Fede, che unisce il Santuario di Oropa al Santuario di San Giovanni d'Andorno, sentiero panoramico pressoché pianeggiante che collega due valli. Il bel sentiero fa parte del progetto "Montagna e Cultura" della Provincia di Biella, che ha attrezzato sette itinerari con pannelli che illustrano i principali aspetti della vita, dell'ambiente e della cultura delle vallate biellesi.
Un'interessante rete di sentieri tematici adatti a tutti percorre il Parco della Bessa: le mappe possono essere richieste al centro visite di Vermogno.

Numerosi anche i sentieri e gli itinerari a piedi che attraversano gli altipiani delle  Baragge: per conoscere meglio quest'ambiente naturale incontaminato è inoltre possibile visitare l'"aula verde", un percorso botanico creato dal Comune di Candelo per imparare a conoscere le principali specie vegetali presenti all'interno della Riserva. Per saperne di più sulla vegetazione che circonda i sentieri del Biellese consigliamo anche un'escursione al giardino Botanico, all'interno della Riserva Naturale del Santuario e Sacro Monte di Oropa.
Da non dimenticare infine, per interesse e bellezza, i numerosi itinerari segnalati e proposti dalla C.A.S.B., Consociazione Amici dei Sentieri del Biellese, che fin dagli anni Settanta si è occupata della promozione e del censimento della reta sentieristica nel Biellese, con un'attenta azione di marcatura sul territorio e con la promozione di periodici notiziari denominati "Sentieri del Biellese".
Per ulteriori informazioni visita l'apposita sezione CASB sul sito dedicato alla cartografia della Provincia di Biella.