SANTUARI SPORT NATURA
Trekking
...

Geoturismo in Valsessera: Anello dei Santuari

L'itinerario ha inizio dalla località Masseranga di Portula: percorrendo la via che porta alla chiesa di S. Bartolomeo, si raggiunge l'inizio del sentiero G6 sul lato a monte della parrocchiale; in leggera salita e poi quasi in piano, ci si lascia alle spalle la frazione e ci si dirige verso Coggiola.
Questo sentiero, denominato La strada dell'Oro, fa parte del progetto "Montagna e Cultura" della Provincia di Biella e percorre la via di comunicazione che, tra Ottocento e Novecento, gli operai dell'alta valle compivano giornalmente per scendere a lavorare negli opifici del fondovalle.
Dopo pochi minuti, si raggiungono i ruderi del lanificio Bozzalla Pel, costruito nel lontano 1835 (uno dei primi opifici della valle) e poi distrutto da un incendio. Si attraversa il rio Carnasco, le cui acque davano energia alla fabbrica.
Risalendo l'altro versante, si continua lungo il Dosso dell'Oro, interamente coperto da piante di castagno. Oltre le cascine Fava si prosegue lungo il sentiero (un tempo selciato) e si raggiunge la frazione Castagnea di Portula.
Percorrendo un pezzo di asfalto fra le case, si attraversa l'intera frazione in salita fino alla strada sterrata della Novareja che si sviluppa a mezza costa fino al Santuario omonimo e oltre, raggiungendo la località Piancone con la sua centrale idorelettrica.
Da qui si imbocca a destra la tagliafuoco che sale al Col Meula (segnavia G21), oltre la quale si prosegue lungo il sentiero G3 che conduce alla cappella Carecca posta sul filo dello spartiacque Ardeccia-Confienzo. Procedendo verso sud si perde velocemente quota lungo i tornanti terminati i quali si cammina in moderata discesa, si supera l'Alpe Sambuca e si giunge poi alla Ardeccia presso un solido ponte in muratura. Il sentiero raggiunge la confluenza con il Sessera e prosegue fino alla centrale idroelettrica e al Santuario del Cavallero. Da qui, ignorando la passerella metallica che conduce alla borgata, si costeggia il Sessera lungo la sponda sinistra: il tracciato diviene una larga pedonale che conduce fino a Zuccaro.

Percorso oggetto di valorizzazione con i fondi del PSR 2007-2013, Misura 313, Azione1


Località: Provincia di Biella - Valle Medio Sessera - Coggiola - Portula
Tipo di itinerario: escursionistico
Mezzo di trasporto: a piedi
Partenza: Portula- fraz. Masseranga (476 m)
Arrivo: Coggiola – fraz. Zuccaro (465 m)
Lunghezza (km): 16.14
Dislivello in salita (metri): 761
Dislivello in discesa (metri): 772
Tempo di percorrenza: 5 ore 30 min.
Difficoltà: escursionistico facile

Download disponibili: